Vai al contenuto

Sergio Toppi, Robinson Crusoe

31 luglio 2020

La storica rivista per ragazzi “Il Giornalino”, nata nel 1924, ha da sempre privilegiato il linguaggio dei fumetti.

IMG_3825

Nelle sue pagine ha ospitato firme autoriali della Nona Arte come Dino Battaglia, Sergio Toppi, Jacovitti, Gianni De Luca, Massimo Mattioli, Tiziano Sclavi, Giorgio Cavazzano, Alfredo Castelli, Claudio Nizzi.

Molti i personaggi che hanno trovato casa dentro Il Giornalino: Bugs Bunny, Daffy Duck, Gatto Silvestro, i Puffi, Lucky Luke, Braccio di Ferro, Scooby Doo e Tom & Jerry, Asterix, Popeye. Oltre al fumetto popolare, nella sua accezione più positiva, molte sono state anche le esperienze più “colte”, come quelle delle numerose trasposizioni fumettistiche di classici per adulti e per ragazzi: da Dante a Manzoni, da Verne a Twain, passando per la Alcott e Stevenson. Nei primi anni del duemila, San Paolo, editore della rivista milanese, ha portato in libreria alcuni dei titoli dei classici che uscivano nel settimanale.

IMG_3826

Sergio Toppi, Robinson Crusoe

Nella collana “La grande letteratura a fumetti” ricorrono infatti grandi personaggi come Ulisse, Nemo e Lidenbrock, Don Chisciotte, Artù, Jim, Long John Silver o Gulliver. Quello di cui vogliamo parlare oggi è il capolavoro di Daniel Defoe, il Robinson Crusoe di cui l’anno scorso si sono festeggiati i trecento anni dalla pubblicazione. Forse il romanzo che ha inaugurato il genere dei romanzi d’avventura, genere oggi troppo dimenticato, in questa riscrittura è stato raccontato da una delle matite italiane più grandi di tutti i tempi: Sergio Toppi.

IMG_3827

Sergio Toppi, Robinson Crusoe

L’artista milanese, che collaborerà con Il Giornalino dal 1976 fino agli anni ’90, inizia a lavorare come illustratore negli anni ’50, e solo nel decennio successivo comincia a occuparsi di fumetti: collabora con Il Corriere dei piccoli, poi divenuto Corriere dei ragazzi, Linus, Alter Alter, Corto Maltese, e Sergio Bonelli. Apprezzatissimo in Francia e Spagna, nel 1975 gli viene assegnato il prestigioso Yellow Kid. Appassionato della Grande Storia (ha debuttato con una storia su Pietro Micca, per poi continuare, tra gli altri, con le splendide pubblicazione su Federico II di Svevia e Archimede) e della grande letteratura (ha illustrato anche “Il richiamo della foresta” di London), con Robinson Crusoe riesce a raccontare in maniera eccellente le avventure e disavventure del marinaio che per più di 28 anni visse in un’isola deserta (o quasi: di Venerdì conosciamo tutti l’esistenza). Un segno duro, affilato sia nella rappresentazione dei paesaggi che nella ritrattistica, tagli e inquadrature da grande cineasta, una costruzione dinamica delle pagine.

IMG_3828

Sergio Toppi, Robinson Crusoe

A settembre, il nostro Kids Comics continuerà parlando ampiamente delle riscritture dei classici e con questo piccolo contributo, vogliamo solo mettere l’acquolina in bocca ai lettori. [David Tolin, Pel di carota]

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: