Vai al contenuto

Anna dai capelli rossi

5 settembre 2020

Continuiamo il nostro viaggio dei classici per ragazzi a fumetti, con un libro pubblicato a novembre dell’anno scorso. La storia è quella che conosciamo della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery, pubblicata per la prima volta nel 1908. Siamo a cavallo fra l’Ottocento e il Novecento e Matthew e Marilla Cuthbert, decidono di accogliere un orfano per farsi dare una mano nello loro fattoria, ma il destino ha altri piani e Anne Shirley irrompe nelle loro vite, per trasformarle, arricchirle. Anna è dolce, affettuosa e maldestra, ha un’immaginazione fervida e Green Gables si trasforma ai suoi occhi in un luogo onirico e animistico.

Anche la piccola comunità sarà colpita dal fascino e dalla luce della piccola Anna, a partire dalla signora Lynde, vicina di casa, e dalla sua amica del cuore, Diana Barry, o da Gilbert Blythe giovane e audace compagno di scuola. Anna è sensibile, fragile e caparbia, è un’anima buona in cerca del suo posto nel mondo e sarà proprio a Green Gables che metterà le sue radici, che troverà le sue “anime affini”. Un romanzo di formazione, un classico per ragazzi che trova qui, in questo adattamento fedele e minuzioso, una veste nuova, che lo rende piacevole e leggibile anche per i più piccoli.

Le illustrazioni della Thummler regalano al testo inquadrature, punti di vista e particolari aderenti all’ambientazione, che ben riescono nel compito di agganciare il lettore in maniera estremamente veloce. Le tavole propongono un numero di vignette molto variabile, dalle 12 fino ad arrivare a disegni a pannello unico (splash page) e in alcune occasioni al doppio pannello unico (double splash page) per una narrazione variegata e distesa che rende bene lo scorrere naturale e irregolare del tempo. I colori ben studiati e un’espressività dei personaggi credibile sostengono il testo in maniera estremamente puntuale, le linee morbide e sinuose nelle code dei ballon facilitano le lettura, quelle dei paesaggi, dei corpi e dei capelli rossi di Anna donano leggerezza al racconto senza togliere profondità: Anna, “con la A”, sarebbe un peccato non conoscerla, e questa storia a fumetti è un’occasione in più, per anticipare l’incontro, particolarmente riuscita. 
Anna dai capelli rossi è un personaggio iconico nel mondo dell’infanzia e dell’adolescenza e le sue trasposizioni spaziano sia in ambito cinematografico che televisivo. La Panini Comics, nel 1998, ha pubblicato un manga di Yumiko Igarashi. 

Anna dai capelli rossi, Editrice il Castoro, è l’opera prima di Mariah Marsden, bibliotecaria specializzata in libri per bambini, ha studiato Scrittura Creativa all’Università del Missouri, e di Brenna Thummler, cresciuta in Pennsylvania. Dopo essersi laureata al Ringling College of Art and Design, ha iniziato a lavorare per l’editoria e la pubblicità, anche lei alla sua prima opera per ragazzi/e. 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: